Languages

 

I nuovi scenari del social media marketing per hotel: Pinterest

Un tempo era facebook, l’unico incontestato sovrano nell’olimpo dei social network. Poi sono arrivati twitter, linkedin, foursquare e una folta schiera di piattaforme sociali più o meno conosciute che hanno interessato innescato il fenomeno globale della social interaction.

Divenuta una leva fondamentale del web marketing, il social media marketing ha sin da subito reso note le sue immense capacità virali, sfruttate in pieno fino ad oggi per costruire traffico verso i siti web, incrementare la brand awareness e definire in maniera chiara e netta la brand image.

Ma oggi pare che lo scenario stia per cambiare con l’ingresso di un nuovo social network, che nell’ultimo anno ha avuto un successo davvero inaspettato: Pinterst.

Questo nuovo social, da molti già definito importante leva del social media marketing, si configura come una grande e collettiva bacheca di immagini, con una portata virale unica che sbaraglierebbe il predominio incontestato del gigante facebook.

Rilasciata a Palo Alto nel 2007, oggi Pinterest ha già conquistato milioni di utenti in tutto il mondo. Con bacheche tematiche divise per interessi, questo strumento sta diventando la fortuna di molti brand, tra i quali non mancano strutture turistiche.

Già perché “pinnare” le immagini delle camere arredate, dei piatti succulenti cucinati dal ristorante, del fantastico panorama mozzafiato che si ammira dall’hotel o magari dei luoghi da visitare nei dintorni può davvero essere fondamentale per diffondere il più possibile il brand a costo zero.

I 3 capisaldi della viral sharing di Pinterest:

1. le immagini pinnate contengono link di valore al sito, questo significa che contribuiscono a creare traffico in ingresso e concorrono all’incremento della link popularity;

2. ogni immagine può essere pinnata e ripinnata a seconda degli interessi da milioni di utenti, magari attratti da un luogo, da un panorama o da un arredamento stiloso;

3. è possibile “pinnare” immagini di prodotti in vendita su e-commerce o foto di soggiorni prenotabili prenotabili via online booking engine con relativi prezzi e offerte.

Secondo alcuni studi Pinterest sarebbe in grado di generare volumi di traffico in ingresso maggiori rispetto a social network come Google+ o Linkedin.

Non resta quindi che sperimentarlo e verificarne le possibilità imprenditoriali. Tentar non nuoce.

 

Blog , , , , , , , , , , , , , , , , ,

I tuoi commenti

Filosofia di We Italy

L’unione fa la forza, e su We Italy ogni associato è tanto più forte nelle vendite quanto più è unito al gruppo e alla mission!

News dal blog