Languages

 

L’estate 2011 promette bene per il settore del turismo

L’indagine commissionata da Federalberghi all’Istituto ACS Marketing Solutions sul numero di turisti previsti in Italia per il ponte del 2 giugno ha messo in luce importanti segnali di ripresa per il settore del turismo in Italia.

La ricerca è stata svolta con il sistema delle interviste telefoniche C.A.T.I. nel periodo tra il 23 e il 27 maggio su un campione di 3.003 persone, campione rappresentativo degli oltre 50 milioni di viaggiatori potenziali. I dati raccontano di circa 8,5 milioni di italiani in viaggio per il primo ponte dell’estate, il che significa che circa il 14% della popolazione ha scelto di trascorrere almeno una notte fuori casa. La crescita rispetto al 2010 è del 3% netto, un segnale che fa ben sperare per tutta la stagione delle vacanze 2011.

Il dato fondamentale è che la stragrande maggioranza dei vacanzieri, circa il 90%, rimane in Italia. Si tratta di un’occasione imperdibile per tutte le aziende turistiche, gli hotel, i B&B e le strutture ricettive che, per conquistare una fetta di questo grande mercato nazionale, devono investire in promozione turistica e soprattutto in web marketing con campagne di keyword advertising, pay per click e social media marketing, perché è dal web che ormai passa la maggior parte delle prenotazioni.

E la promozione turistica dovrà concentrarsi soprattutto sul web in lingua italiana visto che solo il 6% del totale dei visitatori si recherà nell’estate 2011 all’estero, contro una percentuale dell’11,6% del 2010.

La ricerca di ACS Marketing Solutions ha inoltre stimato la spesa media pro-capite per il ponte da poco passato: in media i turisti in viaggio hanno speso 264 Euro a testa rispetto ai 245 euro del 2010. Il giro d’affari stimato per settore turistico ammonterebbe intorno ai 2,2 miliardi di euro, contro i 2 miliardi di euro del 2010: un incremento percentuale del 11%.

“Un segnale che arriva –ha commentato Bocca, Presidente degli Albergatori Italiani- dopo un buon andamento anche dei primi quattro mesi dell’anno, dove a crescere sono stati più gli stranieri degli italiani, a conferma di un ottimo rapporto qualità-prezzo proposto dalle nostre imprese”.

Il trend di crescita del settore turistico ha già messo in moto la grande macchina della promozione turistica e del web marketing con portali di annunci per il turismo, campagne pay per click, social media marketing e strategie di posizionamento seo dei siti di viaggi. Tutti fattori che rendono We Italy un portale di annunci turistico all’avanguardia e strategico per intercettare la grande massa di turisti italiani alla scoperta del Bel paese.

Blog , , , , , , ,

I tuoi commenti

Filosofia di We Italy

L’unione fa la forza, e su We Italy ogni associato è tanto più forte nelle vendite quanto più è unito al gruppo e alla mission!

News dal blog