Languages

 

Entra in vigore in Italia a giugno il Codice per il turismo

Lotta alle truffe delle agenzie turistiche che falliscono un attimo prima della partenza, via libera al risarcimento per danno da vacanza rovinata. Si potrà far ricorso alla mediazione civile per risolvere più in fretta le controversie in materia di turismo. Per gli hotel, i bed&breakfast e gli agriturismi un nuovo sistema di classificazione basato sui feedback dei clienti. I contratti di multiproprietà dovranno essere disciplinati secondo la normativa europea. Sono queste le nuove disposizioni legislative introdotte dal Codice del turismo che entrerà in vigore il prossimo 21 giugno in Italia. Una riorganizzazione a 360 gradi del settore per mettere in condizione l’Italia di competere al livello internazionale nell’ambito della promozione e del web marketing turistico.

L’obiettivo più importante è soprattutto quello alla lotta alle truffe. L’imperativo è tutelare i consumatori dalle agenzie che promettono viaggi verso paradisi delle vacanze e, poi, spariscono con le quote date in acconto o, addirittura, a copertura completa del viaggio. Niente più sorprese anche per i pacchetti vacanze online che, in questi ultimi anni, si sono diffusi grazie alla capacità di coniugare vacanze e risparmio. Per il web passa ormai la maggior parte delle prenotazioni, del web marketing e della promozione turistica, spinta anche da social network e motori di ricerca. Se fino ad ora gli utenti non avevano nessun strumento per rivendicare il risarcimento diretto dall’agenzia in caso di servizio non corrispondente alla realtà, dal 21 giugno la situazione cambia. La vendita di pacchetti vacanze online è equiparata per legge alle vendita in agenzia e quindi soggetta a tutti gli obblighi di legge del caso. Il venditore sarà infatti responsabile legalmente nei confronti dell’acquirente.

Altra novità è il risarcimento del danno morale causato da vacanza rovinata. Danno morale che si configura in virtù dell’irripetibilità del momento che, di fatto, costituisce un’occasione perduta per sempre. Per evitare le lungaggini della giustizia civile italiana, viene stabilita la possibilità di ricorrere agli istituti di mediazione civile per chiudere rapidamente la controversia.

In vigore anche un sistema più trasparente e meno arbitrario di classificazione delle strutture ricettive basato sulla valutazione della qualità dei servizi da parte dei clienti. L’adesione al nuovo sistema di rating è su base volontaria, ma è chiaro che costituisce un valore aggiunto per le strutture ricettive che lo adottano rispetto a hotel, alberghi, bed&breakfast e relais che si limitano al sistema delle stelle.

Contratti più trasparenti anche per le multiproprietà che saranno disciplinate secondo la normativa europea. Ciò significa che le multiproprietà non potranno essere vendute come investimenti, ma solo come prodotti turistici; i contratti dovranno rispettare lo standard europeo e prevedere il diritto di recesso.

Il nuovo Codice del Turismo riorganizza il settore del turismo in Italia per rimettere il nostro paese al pari negli standard di qualità, affidabilità e trasparenza vigenti in tutta Europa.

Blog , , , , , , , , , , , , , , , ,

I tuoi commenti

Filosofia di We Italy

L’unione fa la forza, e su We Italy ogni associato è tanto più forte nelle vendite quanto più è unito al gruppo e alla mission!

News dal blog